Analytics

Ad Personam Azienda dei servizi alla persona del comune di Parma

NEWS


» Archivio news

 
Donazioni ASP: la storia di Anna Maria e Laura

Durante la prima ondata di Covid, la signora ANNA perde la tanto amata sorella Laura che lei chiamava Mimma. Mimma risiedeva già da qualche tempo presso la CRA Tigli. La perde in un momento particolarmente difficile, in cui le restrizioni e le imposizioni dovute alla diffusione del virus, impedivano ai familiari dei nostri ospiti di venire a fare loro visita e di trascorrere insieme il tempo che erano normalmente abituati a dedicarsi. Così la signora, che già precedentemente aveva colpito il personale per la sua energia, non potendo recarsi personalmente dalla sorella, come era quotidianamente abituata a fare, riesce a trovare un altro modo per esserle comunque vicina, telefonando spesso alla struttura per avere notizie e conforto circa le condizioni della sua cara Mimma. La perdita della sorella, getta la signora in un dolore inenarrabile. Ancora una volta però, l’amore per Mimma la spinge ad andare oltre la sua sofferenza e oltre le limitazioni che le avevano impedito di accompagnare la sua amata sorella fino alla fine e che non le permettevano di salutarla con i dovuti riti e i dovuti spazi che normalmente vengono garantiti. La signora quindi continua a telefonare alla nostra struttura, per sapere quanto più possibile di come Mimma avesse vissuto durante i suoi ultimi giorni e i suoi ultimi istanti, telefonate dense di disperazione, in cui ancora una volta la signora dimostrava come eravamo diventati per lei e per la sua amata sorella una seconda casa. E anche in questa circostanza di estrema sofferenza, è stata capace di sorprenderci ancora una volta, trasformando il suo dolore in un gesto di enorme valore. La signora infatti, decide di donare alla ns azienda e in particolare alla CRA I tigli un cifra di denaro, probabilmente molto più alta della sua pensione, recandosi di persona a consegnarla, in modo da poter ringraziare nuovamente il personale della struttura per le amorevoli cure dedicate a Mimma. Un gesto di grande gratitudine, un gesto che come dice lei è un nulla, un granello di sabbia, ma che per noi è stato un enorme atto di riconoscenza, per il lavoro che abbiamo fatto. E ha voluto farlo con estrema dignità e nobiltà d’animo, lei che ci ha sempre osservato con occhio critico e creativo, che ci ha dato consigli e suggerimenti con eleganza e assertività. In questo gesto ha offerto a noi tutto l’amore che ha sempre avuto per la sua cara e amata Mimma. E così, ci ha anche insegnato ancora una volta come dolore e bellezza sono strettamente legati tra loro se solo riusciamo a cogliere il valore e la profondità nascosti nei gesti apparentemente più piccoli e semplici.

Chi siamo
Statuto e regolamento
Organigramma
I nostri servizi
Carta dei servizi
Portale Appalti