Analytics

Ad Personam Azienda dei servizi alla persona del comune di Parma

I NOSTRI SERVIZI


Retta di Ospitalità

Al momento della domanda di ammissione, presso il Comune di Parma, l’ospite o suo familiare dovrà sottoscrivere l’impegno economico per il pagamento della retta. Ai fini dell’ammissione, coloro che hanno un’integrazione della retta/contributo da parte del Comune di Parma devono disporre per l’attribuzione all’Ente della delega della pensione e/o altre indennità di cui sono titolari.
Inoltre dovrà essere versata presso il Tesoriere dell’Azienda una cauzione infruttifera, pari all’ammontare della retta per una mensilità, che verrà restituita al termine dell’ospitalità, al netto dell’importo della retta dovuta per l’ultimo mese (o frazione) di accoglienza. Tale somma sarà trattenuta dall’Ente in caso di morosità. Per gli ospiti con contributo del Comune di Parma la cauzione sarà commisurata alla quota di retta posta a carico degli obbligati al pagamento.
Il mancato pagamento della retta può comportare la dimissione dell’ospite dalla struttura.
L’importo delle rette viene determinato annualmente dal Consiglio di Amministrazione dell’Azienda (eccetto la Casa Protetta di via Sidoli la cui retta è determinata annualmente dal Comune di Parma) e comunicato agli ospiti e loro familiari. Con il medesimo atto viene determinata anche la riduzione da praticarsi in caso di assenza temporanea dell’ospite dalla struttura protetta. Il Consiglio si riserva la facoltà di modificare in corso d’anno l’importo delle rette in relazione alle risultanze del bilancio, dandone tempestivo avviso agli utenti. Per quanto riguarda l’importo delle rette di ospitalità per l’anno in corso si veda l’Allegato 4.
La retta deve essere pagata mensilmente, in soluzione unica posticipata.
L’Ente provvede ad emettere mensilmente avvisi di pagamento e a recapitare al domicilio degli utenti, anche tramite il proprio Tesoriere, bollettini Mav bancari o comunicazioni di avvenuto addebito in caso di domiciliazione tramite Rid.
Il pagamento può avvenire secondo una delle seguenti modalità:
  in contanti presso il Tesoriere dell’Ente o qualunque altro sportello bancario, entro e non oltre il 30° giorno del mese successivo a quell o di riferimento, dietro ricevimento di bollettino Mav;
  mediante bonifico bancario o postale con valuta al beneficiario non oltre il 30° giorno del mese successivo a quello di riferimento, dietro ricevimento di bollettino Mav;
  con addebito automatico sul C/C del debitore, preventivamente autorizzato tramite Modello Rid, con valuta al beneficiario il 30° gior no del mese successivo a quello di riferimento.
In caso di ritardato pagamento, rispetto alla scadenza fissata, verranno addebitati gli interessi legali.
Condizione essenziale ed obbligatoria per l’ammissione per coloro che hanno un contributo del Comune è la delega all’Ente della pensione e/o altre indennità di cui l’ospite è titolare.
L’ammissione dell’ospite deve essere effettuata nella data concordata con il Comune e il pagamento della retta decorre da tale giorno, indipendentemente dall’effettivo ingresso in struttura e comunque fino a quando il posto è tenuto a disposizione dell’ospite.
Nel caso di dimissioni volontarie o trasferimento ad altra struttura, l’Amministrazione deve essere avvisata, per iscritto, con almeno 3 giorni di anticipo. In caso di mancato preavviso la retta sarà comunque dovuta.
Chi siamo
Statuto e regolamento
Organigramma
I nostri servizi
Carta dei servizi
Portale Appalti